Violet Evergarden, come l’amore può salvare la vita
Silvia Fusi

Quanto può far male la guerra? E quanto può devastare una persona che per tutta la vita ha conosciuto solo quella dimensione di distruzione e perdita?

La storia di Violet Evergarden, anime ispirato alla light novel scritta da Kana Akatsuki e illustrata da Akiko Takase, prodotto da KyotoAnimation, ci mostra una protagonista giovanissima, di soli 14 anni, cresciuta come “L’Arma” dell’esercito durante una guerra che ha logorato il Paese immaginario di Leidenschaftlich. Violet, rimasta orfana da piccola, viene catturata dall’esercito e istruita nell’arte bellica per tutta la sua infanzia e adolescenza, sa solamente combattere e soprattutto seguire gli ordini del Maggiore. Un personaggio ricorrente nella serie, verso il quale la ragazza nutre un fortissimo attaccamento quasi morboso. Egli è infatti l’unico essere umano ad essersi preso cura di lei, anche se l’ha resa uno strumento di guerra. Le è stato insegnato sempre a fare tutto ciò che egli le comandava, e di conseguenza a fidarsi ciecamente di lui.

L’anime inizia dopo la fine della guerra, quando Violet si ritrova costruirsi una vita dal principio senza il Maggiore di cui non ha più notizie. Prova a scrivergli delle lettere, che risultano però dei telegrammi, come se stilasse ancora bollettini di guerra. Violet non sa esprimere i propri sentimenti, la guerra l’ha trasformata in una macchina apatica e incapace di provare emozioni.

Sarà grazie all’incontro con l’ex comandante Holdings, amico del Maggiore, e al nuovo lavoro all’ufficio postale come “Bambola di Scrittura Automatica” che la protagonista inizia un percorso dentro se stessa, alla ricerca della proprio persona, di ciò che le piace, di ciò che può amare. Questo lavoro consiste nello scrivere e leggere lettere per chi non è in grado di farlo, traducendo in parole soprattutto i sentimenti che non si possono esprimere a voce. Nonostante la perdita di entrambe le braccia in guerra, sostituite da protesi in metallo, Violet riesce a usare la macchina da scrivere. Dopo grandi difficoltà e un percorso interiore, riesce a entrare in contatto con il proprio cuore e le proprie emozioni sconosciute. E a dimostrare quale persona è veramente, non solo agli altri ma soprattutto a se stessa.

Violet Evergarden è disponibile con la prima stagione su Netflix, l’episodio speciale OAV, da collocare tra il quarto e il quinto episodio, e i film Violet Evergarden: Eternity and the Auto Memory Doll e Violet Evergarden: The Movie.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap