Raul Cremona – La magia e i nuovi progetti
Silvia Fusi

La passione per la prestigiazione che l’ha accompagnato per tutta la vita, il primo vero amore che ora vuole mostrare a pieno, Raul Cremona sta preparando dopo una carriera ultra trentennale uno spettacolo nel quale si racconta e si svela come grande illusionista che sa far ridere ma anche stupire il pubblico.

È da poco uscito il suo ultimo libro in occasione del 50° anniversario di Florence Art Edizioni, la casa editrice con cui Raul Cremona collabora da più di vent’anni. Un libro che, come molti altri scritti dal prestigiatore e comico, è rivolto specialmente alla fraternità magica, a praticanti dilettanti o professionisti dell’illusionismo. In L’archivio segreto di Raul Cremona l’autore svela non solo trucchi, giochi, aneddoti storici e insegnamenti, ma anche pillole di saggezza che lui stesso ha immagazzinato in 35 anni di professione.

E in questi anni di cose ne ha fatte, ha insegnato e cambiato in modo innovativo il mondo della magia, portandola dagli spettacoli classici e familiari tipici dei maghi di un tempo al palco del cabaret. Un vero e proprio pioniere in Italia del connubio tra prestigiazione e comicità, Raul Cremona è riuscito a comprendere le potenzialità di portare l’illusionismo, un’arte pressoché antica e classica, di fronte a un pubblico che negli anni ‘70 e ’80 stava cambiando, si stava modernizzando. E così, all’età di 27 anni ha iniziato ad esibirsi al Derby di Milano, dove prima di lui si sono formati i più grandi comici milanesi e non solo, rompendo la 4^ parete del palcoscenico, cosa che i maghi prima di lui non avevano mai fatto.

“Allora il linguaggio del mago non ammetteva l’intromissione del pubblico, mentre il cabaret si basava proprio sulla capacità del comico di interagire con le persone. Il comico deve farle ridere se vuole essere ascoltato. Io ho pensato di sposare queste due parti di me, il repertorio di magia che conosco molto bene, e la capacità di fare il comico. Utilizzando proprio le tecniche dell’illusionismo per far ridere ma soprattutto per stupire un pubblico più vario. Come diceva il grande Totò, il comico sa far ridere la gente in 3 tonalità: “ahahah, ihihih, uhuhuh”. Io aggiungo che il prestigiatore comico, oltre a questo, fa fare al pubblico anche “oooooh”.”

Alla domanda su quanto sia cambiato il mondo della prestigiazione da quando lui ha iniziato ad oggi, Raul risponde:

“Una volta era molto più difficile approcciarsi all’illusionismo, si trasmettevano le abilità oralmente, attraverso la frequentazione di circoli, dove c’erano pochi giovani come me, “malati” di magia, pronti a imparare dai più anziani. Oggi grazie a YouTube e agli altri canali mediatici si diventa prestigiatori anche senza iscriversi a club e ricorrere alla fratellanza magica. Io sono oggi socio onorario di tutti i circoli italiani di magia e Presidente onorario del CLAM – Club Arte Magica, dove mi sono presentato per la prima volta a 17 anni. Il CLAM e gli altri club servono ad aiutare, difendere e tutelare l’illusionismo e le sue regole, ma anche a trasmetterlo ai giovani attratti da quest’arte. In tanti giovanissimi si approcciano alla magia per coltivare la loro passione.”

Tra le tante iniziative rivolte al mondo della prestigiazione, Raul Cremona organizza dal 2016 il Festival della Magia al Teatro Manzoni di Milano, purtroppo interrotto quest’anno a causa dell’emergenza coronavirus. Alla kermesse partecipano ogni anni illusionisti professionisti invitati da Raul dall’estero, celebri sul web grazie al loro talento. Il lockdown ha interrotto questa manifestazione e il tour di spettacoli previsti dal prestigiatore, ma Raul Cremona sta sfruttando la pausa forzata per definire i dettagli di un progetto a cui tiene molto, che sarà pronto appena possibile.

“Si chiamerà Il mago de Milan, e sarà uno spettacolo più introspettivo, dove accantono i personaggi televisivi, e mostro al pubblico la mia storia, facendo ciò con cui ho iniziato più di 30 anni fa, e che voglio tornare a fare ora. Voglio raccontarmi, rimanendo vicino a quello che è sempre stato il baricentro della mia carriera, ovvero la magia.”

Sul palco Raul Cremona racconterà aneddoti, pensieri, storie del suo passato e della sua famiglia, legata da sempre al mondo dell’illusionismo e dello spettacolo. Canterà le canzoni che hanno accompagnato la sua giovinezza, reciterà poesie e cercherà di far ridere, lasciando però un messaggio nelle persone che lo ascolteranno. E soprattutto farà trucchi e giochi di prestigio, rivelando la sua natura più vera.

“La prima volta che vidi un gioco di prestigio capii che era quello che volevo fare nella vita. Il resto, la comicità e la televisione, è arrivato dopo, e nel frattempo non ho mai abbandonato la magia. Vorrei che la prestigiazione fosse riconosciuta maggiormente come un’arte importante, che si rivolge a tutti, e che negli anni ha compiuto cambiamenti, si è evoluta. Oggi in Italia non è data ancora molta attenzione a questa disciplina, cosa che invece succede ad esempio in Francia e Inghilterra, dove gli spettacoli di alcuni artisti lascerebbero chiunque a bocca aperta. Per questo mi voglio dedicare, ora che posso fare ciò che amo di più, a far risplendere l’arte magica nei miei spettacoli e nei miei progetti futuri.”

L’archivio segreto di Raul Cremona
Share via
Copy link
Powered by Social Snap