Lucy Carletti e l’Associazione Respira Ancora
Silvia Fusi

Dopo due decenni di lavoro nella gestione delle Risorse Umane, Lucy Carletti ha ritrovato la passione per lo sport e il canto, e, durante il lockdown degli scorsi anni, la spinta interiore a dare un contributo concreto a chi ne ha bisogno, grazie alle proprie competenze.

Lucy Carletti è attualmente Manager Coach e Trainer all’interno di aziende, dedicandosi a team building o a percorsi individuali. È mamma da 12 anni, ha lavorato per 21 anni nell’ambito delle Risorse Umane, guadagnando competenze e preparazione in diversi ambiti: dalla gestione del personale, alla ricerca e selezione, al settore commerciale e burocratico, e anche riguardo il diritto
del lavoro.

“Nel 2020 ho deciso di dare una svolta alla mia vita professionale. Mi sono resa conto di avere una forte passione per il comportamento umano. Essendo stata adottata all’età di 7 anni, ho dovuto fare un lavoro di ricerca e crescita su me stessa fin da piccola.” Ci racconta Lucy. “Nei miei anni di lavoro ho potuto crescere e qualificarmi in diverse aree di interesse nell’ambito lavorativo. Inoltre, mi sono specializzata nella Programmazione Neuro-linguistica (PNL) che applico quotidianamente nel mio lavoro. Ho conseguito un Master sia nel Coaching che in Training.”

Da due anni Lucy offre il suo aiuto professionale a persone e aziende per quanto riguarda la formazione, orientamento, crescita personale, e supporto in situazioni di difficoltà.

“Aiuto le persone che cercano lavoro o sono inserite in un ambiente lavorativo, ma soprattutto gli imprenditori di piccole e medie imprese. Ritengo che i capi delle aziende debbano dedicare risorse e tempo per formare e gestire il personale nel migliore dei modi. Il lavoro è una parte fondamentale nella vita e nella realtà delle persone. C’è chi trascorre molto tempo lavorando, di conseguenza un impiego non può rappresentare stress e negatività. Ritengo che se una persona fa ciò che le viene naturale e la appassiona, non sta lavorando, ma sta vivendo a pieno, così come è successo a me.”

L’obiettivo di Lucy Carletti è portare il coaching come strumento di benessere all’interno delle aziende medio-piccole. E lo persegue diventando lei stessa un’imprenditrice libera professionista, per poter dare un contributo ai suoi colleghi che non hanno le sue conoscenze e competenze nell’ambito della gestione del lavoro e delle risorse umane.

“Nel mio lavoro di coach, applico tecniche di cambiamento per spingere le persone a manifestare i propri talenti e competenze. Lo scorso anno, quando ho iniziato a divulgare i miei percorsi di crescita personale, ho compreso che molte persone capiscono di aver bisogno di questi strumenti, ma, per un motivo o per l’altro, hanno rinunciato in partenza. Questa cosa mi è dispiaciuta molto, perché vedo tantissimi lavoratori che con il mio supporto potrebbero essere più felici. Per questo ho avuto l’idea di fondare l’Associazione Respira Ancora”.

L’Associazione no profit Respira Ancora – Corri nella luce si occupa di raccogliere fondi in diversi ambiti. Sulla pagina dell’Associazione sul sito crowdfunding La Rete del Dono è possibile trovare le iniziative in corso per dare un contributo a persone che ne hanno bisogno per raggiungere obiettivi e crescita professionale.

“Per me lo sport è sempre stato fondamentale, una valvola di sfogo. Purtroppo però, a volte, l’overtraining dovuto a stress e problematiche personali può portare il corpo a cedere. Nel 2019 sono finita in ospedale con attacchi di panico, non riuscivo più a respirare. Pochi mesi dopo, è arrivato un virus che attacca proprio la respirazione. Il nome dell’associazione deriva da questi due fatti che mi hanno cambiato la vita.”

Lucy non si è fermata, ha continuato a lavorare su se stessa e ha percorso la Iriki Run nel deserto, conoscendo diverse persone tra cui Gianni Maccagni, con cui ha avviato una partnership di mutua sponsorizzazione. Si prepara allora al grande evento Iriki Run 2022, dove percorrerà la sua prima maratona di 42 km. “Lo sport è legato molto al training che faccio: la Iriki Run è un’opportunità per chiunque, dato che si può scegliere di correre o camminare, per trascorrere 4 giorni nel deserto. È utile a chi ha bisogno di un cambiamento interiore, per chi vuole usare lo sport come modo per rigenerarsi, chiarire le idee, sfogarsi.”

Tra le altre cose, Respira Ancora promuove eventi culturali, artistici, musicali e sportivi. Il 21 settembre, un anno dopo la presentazione del progetto, si è svolta la prima serata di beneficienza, alla quale hanno partecipato i 6 fondatori, a cui Lucy Carletti ha dedicato un ringraziamento speciale, i partner Hera Studio Eventi e comunicazione, Daniela Calisti Event Manager, Alla Corte dei Bicchi Hotel & Restaurant, Rosso Ciliegia Art & Design, Excalibur Promo abbigliamento personalizzato e gadget; e gli sponsor Dattola Arte e Gioielli, Sb Impianti, Nexa Spa, Adv Time, Iriki run centokm nel deserto, Italiana Strategie Copywriting, Barbara Strambaci Grafica, Associazione Eva Maria ODV e Le Rosse Discendono dai Gatti Blog di Patrizia Zito. Presenti anche ospiti d’eccezione, tra cui Giancarlo Masini, campione paralimpico a Rio 2016, amico di Alex Zanardi.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap