La riflessologia facciale vietnamita: ti tocchi il viso e i dolori se ne vanno
Professor Felice Laconi

Attraverso una sapiente conoscenza del corpo e del viso, e di come questi sono collegati fra loro, è possibile imparare da esperti la riflessologia facciale vietnamita. Il professor Felice Laconi è riflessologo facciale, ci spiega e insegna l’uso del Dien Chan®.

La multiriflessologia facciale vietnamita, o Dien Chan®, nasce nel 1980 quando il professore Bui Quoc Chau, allora agopuntore con i più bisognosi, trova un primo punto “vivente” nel viso di un paziente, in grado di lenire un dolore in un’altra parte del corpo. Dopo anni di viaggi, Bui Quoc Chau ha diffuso la sua idea, e oggi la riflessologia facciale viene studiata e praticata in più di 35 Paesi.

Secondo i concetti della riflessologia e della medicina tradizionale cinese tutti i disagi sono basati su una cattiva circolazione dell’energia e della forza interna. Se cerchiamo di prenderci cura soltanto dell’organo malato, non potremo mai curare completamente i dolori. La ripresa completa e vera di una persona può avvenire solamente nella sua totalità.

Questa tecnica si basa sul fatto che ogni parte del corpo è collegata con le altre, come avviene nella riflessologia plantare. Stimolando con massaggi e pressioni punti specifici del viso, si trasmette un segnale attraverso il sistema nervoso che provoca una reazione in un altro punto: Bui Quoc Chau ha realizzato che il naso ha una forma speculare al corpo, in particolare alla schiena. I punti focali del viso sono segnati sulle mappe dei riflessi verificate, e sono più di 600, anche se ne vengono utilizzati qualche decine per semplificare la tecnica in modo da poterla effettuare anche da soli.

Nella maggior parte dei casi inoltre è sufficiente stimolare da 2 a 5 punti per risolvere molti disturbi in una sola seduta. Può essere utilizzata come tecnica preventiva di base facendo un semplice trattamento quotidiano di pochi minuti. Come altre aree del corpo (piedi, mani, orecchie, ecc.) anche sul volto e la testa si possono trovare dei punti riflessi degli organi interni.

Il Dien Chan® permette a chiunque di prendere coscienza della propria salute e di intervenire ai primi sintomi di malattia, agendo sia come cura che come prevenzione.

Una cosa importante da sottolineare è che non può sostituire le cure classiche in caso di trauma grave oppure quando il dolore persiste dopo la stimolazione dei punti. Ma è molto efficace come coadiuvante ai trattamenti medici classici e può attivare la loro azione, abbreviando i tempi di recupero. La risposta alle sedute di riflessologia facciale è ovviamente soggettiva ma, in genere, bastano pochi secondi di pressione sul punto esatto, o su una serie di punti, per avere una remissione del 50-60 % dei dolori.

Si può usare per tenere lontane le malattie, con un trattamento chiamato “linfodrenaggio”, contro i dolori mestruali, per lenire la lombalgia, per abbassare la pressione, contro la stitichezza, e altro ancora. In particolare, a seconda del punto nel corpo in cui avviene la reazione al tocco facciale, può avvenire lo scioglimento di una contrazione muscolare, oppure una vaso-costrizione o, al contrario, vaso-dilatazione, sulla base del problema del paziente, ma anche la stimolazione di una funzione degli organi.

La pressione in punti specifici avviene soprattutto con le dita, in modo da poter imparare autonomamente i movimenti e poterli ripetere in qualsiasi momento anche a casa guardandosi allo specchio. Tuttavia, si possono usare anche strumenti specifici, che, se usati da esperti, danno risposte più precise, come il cercapunti, il cercapunti Cometa e il doppio rastrello.

Il trattamento non ha controindicazioni particolari, ma, se non eseguito correttamente, rischia di non avere efficacia. È necessario, prima di provare da soli, seguire corsi base di 12 ore, disponibili anche online ed effettuati dal prof. Laconi. E soprattutto, bisogna imparare ad ascoltarsi completamente e seguire la propria percezione del dolore: non si deve sentire male, ma fastidio, anche intenso.

In Italia la Riflessologia Facciale Vietnamita è stata portata dai fratelli vietnamiti Truong Van Tri, Presidente dell’Associazione Dien Chan-Bui Quoc Chau – Italia, e dalla sorella Truong Thi My Le, che ha tradotto e rielaborato tantissimo materiale scritto dal Prof. Bui Quoc Chau e grazie alla quale oggi è disponibile per chi vuole conoscere questa disciplina.

Per informazioni: felicelaconi58@gmail.com
tel. 3357223755
www.riflessologiadienchan.it
Dien Chan Brescia Felice Laconi

Share via
Copy link
Powered by Social Snap