Costume e Società

Cuphead: un’avventura tra i cartoon

Cuphead e Mugman, due personaggi fantastici con la fisionomia di una tazza, sono i protagonisti di questa avventura cartoonesca che si rifà in modo palese ai cartoni degli anni ’30.

Cuphead – Satanasso

La storia dei nostri eroi inizia un giorno come tanti, sull’Isola Calamaio. Durante una scampagnata, i due gemelli, perdono la via di casa. Nel tentativo di ritrovarla, si imbattono in un casinò, di proprietà di Satanasso Pigliatutto, ma gestito dal suo fedele braccio destro: Re Dado.

Considerando questo incontro un segno del destino, Mugman e Cuphead decidono di tentare la fortuna scommettendo ogni singolo centesimo presente nelle loro tasche. Il coraggio dimostrato viene presto ripagato da una scia di continue vittorie, che destano, però, serie preoccupazioni per le finanze del Casinò. Re Dado non ha altra scelta che informare Satanasso Pigliatutto.

Quest’ultimo, scaltro e determinato a difendere il proprio impero finanziario, proporrà ai due protagonisti una sfida a dadi. Nel caso questi ultimi dovessero vincere, Satanasso cederà loro l’intero casinò. In caso di perdita, però, Mugman e Cuphead dovranno cedergli le loro anime.

 

Alex Rusconi

Alex Rusconi, la prestigiazione come arte e scienza

Pestigiatore e scrittore di Brescia, Alex Rusconi è tornato a far parlare di sé e della sua disciplina il 10 settembre con l’uscita del nuovo libro Quando la scienza dà spettacolo. Tra tantissime attività e grandi collaborazioni, oggi Alex insegna la prestigiazione non solo ai nuovi maghi che si affacciano in questo mondo, ma anche a noi “babbani”.

Alex Rusconi
Alex Rusconi

Prestigiatore, scrittore, presentatore, direttore giornalistico, docente, consulente artistico, appassionato di lettura, scultura, pittura, fumetti, cinema, musica e qualsiasi forma d’arte. Sembra che non ci sia niente che non catturi la curiosità di Alex Rusconi, bresciano ma visitatore del mondo, che rimane sempre legato prima di tutto al suo grande amore: la prestigiazione. Fin dall’età di 12 anni una passione che non si è mai spenta, tanto che dal ‘95 scrive libri sulla magia in tutte le sue diverse forme, e raccoglie la biografia dei più grandi prestigiatori della storia, primo fra tutti Bartolomeo Bosco.

“Quando ero piccolo mi informavo molto sulla storia della prestigiazione, una storia lunga secoli, per capire come e da chi fosse nata questa arte. Aspettavo che venissero scritte le biografie di Bosco, di Pinetti e dei più grandi della prestigiazione moderna a cui oggi ci ispiriamo. Ma nessuno l’ha mai fatto, così ho deciso di scriverle io. Leggendo ed esaminando la storia della prestigiazione è come se avessi rubato così tanta bellezza, che non mi sembrava giusto non dare niente in cambio a coloro che hanno reso possibile la nascita della disciplina come la conosciamo.”

Il 10 settembre di quest’anno è uscito il suo ultimo libro, scritto insieme allo scienziato Silvano Fuso, dal titolo Quando la scienza dà spettacolo, che spiega i debiti che la scienza ha verso la prestigiazione, e viceversa. La prefazione è di Raul Cremona, mentre la postfazione di Sergio Dalla Sala, scienziato e presidente del CICAP, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. Un testo che si rivolge a tutti i lettori curiosi e volenterosi di saperne di più su un’arte che non è solo spettacolo e intrattenimento, ma anche scienza e psicologia. Disponibile in tutte le librerie, Quando la scienza dà spettacolo è edito da Carocci.

Alex Rusconi con alcuni colleghi prestigiatori e amici: in alto da sinistra Arturo Bracchetti, Mago Forest, Raul Cremona e Mago Silvan.Sotto da sinistra Massimo Polidoro, Piero Angela e Carlo Verdone

“Esiste un rapporto bilaterale: senza la scienza non esisterebbe la prestigiazione, e allo stesso tempo tante cose sono
state portate alla scienza proprio dai prestigiatori. La magia utilizza la psicologia dell’inganno e i bias cognitivi del nostro cervello da sempre, non potrebbe funzionare altrimenti”.