Associazione Pranic Healing
Silvia Fusi
pranic healing

Riequilibrare il sistema energetico del corpo per stare meglio, fisicamente, emotivamente e mentalmente. È questa l’azione principale del Pranic Healing, una pratica nata millenni fa, ma portata alla modernità da Master Choa Kok Sui. A Brescia dal 2003, e a Torino da 20 anni, l’Associazione Pranic Healing forma operatori e tratta persone grazie a questa disciplina.

L’Associazione Pranic Healing nasce esattamente 20 anni fa, nel 2000, a Torino, dove ancora oggi ha la sede principale. Già dagli anni successivi inizia ad espandersi nel centro-nord Italia. Dal 2003 è approdata a Brescia, dove oggi ha due sedi: in città e a Gavardo. Abbiamo incontrato Luca Pedrali, uno dei fondatori dell’Associazione, operatore dal 1999 e istruttore dal 2009. Insieme a lui, a iniziare questa avventura, Giuseppe Fratto, il Presidente dell’Associazione, e uno dei primi allievi di Master Choa Kok Sui. A proposito della disciplina, Luca Pedrali dice:

“il Pranic Healing è una pratica che si basa sullo studio delle energie sottili. Tutto nel mondo è energia, ma ogni energia ha vibrazioni e densità diverse. Noi tutti conosciamo fin da subito quella più densa e tangibile del tatto, ma ci sono tante energie invisibili all’occhio umano, che tuttavia compenetrano ogni elemento, compreso il nostro corpo.”

pranic healing

Il Pranic Healing infatti si concentra sulle energie del corpo umano, inteso sia come corpo fisico, sia come corpo astrale, la cosiddetta aura. Il sistema energetico di una persona, che si rileva dall’aura, dai chackra, da nadi e meridiani, tutti termini specifici della tradizione orientale, può subire interferenze. Il lavoro del Pranic Healer è quello di effettuare una diagnosi energetica, attraverso l’uso delle mani che sentono l’energia, e scoprire se e dove sussistono disequilibri energetici. Per poi sistemarli, eliminando l’energia che causa il disturbo, oppure inserendo energia vitale nel corpo, dove ce ne è bisogno.

Questa tecnica ha origine, come dicevamo, da Master Chao Kok Sui, un ingegnere biochimico filippino di origini cinesi, che da sempre ha studiato le tecniche di guarigione orientali e occidentali, sperimentando. È stato lui il primo ad applicare il metodo scientifico alle arti di guarigione che allora non avevano una normativa, creando dei veri e propri protocolli di Pranic Healing.

“Nei centri dell’Associazione effettuiamo trattamenti alle persone che ne hanno bisogno e si rivolgono a noi. Facciamo incontri di meditazione, corsi dei diversi livelli di Pranic Healing, Arhatic Yoga e meditazione, e anche formazione per operatori e istruttori. Infatti la nostra Associazione è riconosciuta dal Comitato Tecnico Scientifico della Lombardia come ente formatore per la diffusione e la regolamentazione delle Discipline BioNaturali. Abbiamo una scuola di 2 o 3 anni, con diverse materie che spaziano dal Pranic Healing ad altre discipline orientali, ma anche ad esempio ad anatomia e biologia per conoscere sia il corpo astrale che fisico.”

pranic healing
Team Associazione Pranic Healing

Tra i corsi, si possono trovare i tre livelli di Pranic Healing, da quello base a quello psicoterapico, il Pranic Healing con i cristalli e di autodifesa psichica, per tenere puliti gli ambienti e difendersi dalle energie negative, corsi di Arhatic Yoga.

“Con il lockdown per l’emergenza Covid-19 che ci ha costretti a interrompere le lezioni fisiche, abbiamo dato la possibilità, come già c’era in precedenza ad esempio per l’accademia, di seguire lezioni e corsi online. Ma anche di fare gli incontri di meditazione dalla propria casa. Noi facciamo la meditazione dei cuori gemelli, aperta a chiunque si iscriva all’Associazione, che è stato dimostrato aumenti del 20% i livelli di melatonina e del 40% i livelli di serotonina in una persona. Nel 1987 è stato pubblicato il libro di base della disciplina, I Miracoli del Pranic Healing. Miracoli sì, perché spesso questa pratica in continua ricerca ed evoluzione arriva a risultati incredibili, quasi miracolosi, senza per questo sostituirsi alla medicina tradizionale occidentale, ma come complemento che dovrebbe essere preso in considerazione da qualsiasi ospedale.”

Associazione Pranic Healing

Via Giambattista Cipani, 1 Brescia

www.farepranichealing.it

Share via
Copy link
Powered by Social Snap